Il giovane Escort

Approfondisci

Sono Giuseppe un imprenditore in pensione di 68 anni, apparentemente ho una vita normale una bella casa, una moglie e dei figli che ormai sono adulti.

Essendo un imprenditore ho sempre avuto una vita abbastanza agita permettendomi di togliermi qualche capriccio in più.

Nonostante la mia età le mie voglie sessuali erano ancora molte soprattutto amava trasgredire spesso con ragazzi molto più giovani di me, avere dei rapporti sessuali con uomini più giovani è sempre stato il mio debole ovviamente questo lato di me l’ho sempre tenuto nascosto alla mia famiglia.

Essendo in pensione passavo molto tempo in casa a rifugiarmi nel mio studio dove navigavo online sui i siti di escort in cerca del ragazzo perfetto con cui andare.

Proprio come ho fatto qualche settimana fa, sentendo l’esigenza di farmi una bella scopa con un bel ragazzo inizia a consultare il sito di Escort EscortOnline dove mi colpì il profilo di un bel ragazzo mulatto di origine brasiliana lo contattai chiedendogli se fosse disponibile per il pomeriggio stesso mi rispose di si e ci demmo appuntamento nel parcheggio del centro commerciale per poi raggiungere insieme un appartamento di mia proprietà fuori città.

Arrivai al parcheggio e pochi secondi dopo arrivo anche lui scesi dalla macchina per salutarci era un bellissimo ragazzo dal fisico asciutto e atletico dalle spalle larghe dalla pelle color cioccolato. Ci stringiamo la mano e mi si presenta si chiama Rodrigo ha 26 anni tra me in me pensai potrei essere suo padre lo invitai a seguirmi in macchina per dirigerci nell’appartamento dove ci saremmo divertiti un po’.

Nel tragitto in macchina scambiammo qualche chiacchiera e gli chiesi cosa facesse nella vita mi disse che non avendo trovato un lavoro erano da un po’ di anni che faceva l’Escort in quel momento mi senti anche un po’ in colpa se avessi saputo la sua giovane età non l’avrei mai contattato ma ormai era troppo tardi per tirarsi indietro.

Arrivammo a casa e lo introdussi nella portineria che a quell’ora fortunatamente era deserta gli feci strada per prendere l’ascensore, entrammo il fatto di essere davanti a lui nell’ascensore mi inizia ad eccitare allungai la mano su quel bel culo sodo e cercai di dargli un bacio in bocca con la lingua ma lui si spostò poi mi ricordai quando una volta un altro ragazzo escort mi disse che non baciavano in uno modo così spinto.

Entrammo in casa lo feci accomodare in salotto prima di sedermi accanto a lui mi sbottonai e pantaloni facendo uscire mio uccello di fuori che era già mezzo eccitato mi avvicinai a lui e inizia a toccarlo mettendogli la mano nei pantaloni cercando di arrivare al suo membro, poco dopo lo trovai era grosso e duro proprio come piaceva a me.

Mi misi seduto e gli chiesi di mettersi in ginocchio di fronte a me lui capi subito cosa volessi e subito si infilo con la testa tra le mie gambe inizio a farmi un pompino come solo un giovane ragazzo della sua età sapeva fare alternava una bella leccata al pompino facendomelo diventare del tutto duro.

Poco dopo gli chiedo di staccarsi e di spogliarsi completamente come faccio anch’io lo presi da dietro e lo feci appoggiare a un tavolino mettendolo a 90° e lo penetrai tenendolo da i fianchi mi sentivo eccitato e anche lui sembrava godere tanto che inizio a masturbarsi l’uccello.

Poco dopo mi venne di nuovo la voglia del suo pompino e lui senza esitare affamato del mio membro lo riprese in bocca.

Approfittai del momento dove si stacco un attimo e l’ho invitai in camera da letto dove lo misi a 4 zampe su letto e lo penetrai di nuovo, mentre me lo scopavo con piacere lo masturbavo anche dopo qualche bel colpo gli venni dentro a quel bel culetto.